Questo sito usa i cookie per fornirti un'esperienza migliore. Se usi questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.

OK
Categorie

Assorbenti Industriali per Assorbire Oli, Prodotti Chimici e Grassi sul Suolo degli Ambienti di Lavoro

Assorbenti industriali studiati per l’assorbimento di liquidi industriali come idrocarburi, gasolio, benzina, olio, grasso, vernici e agenti chimici sversati accidentalmente sul suolo degli ambienti di lavoro. Gli assorbenti industriali si presentano in diversi formati e tipologie. Gli assorbenti industriali sono la soluzione più semplice ed immediata da utilizzare in caso di sversamenti e perdite accidentali di sostanze pericolose ed inquinanti.

Assorbenti Industriali

COSA SONO GLI ASSORBENTI INDUSTRIALI?

Gli assorbenti industriali si presentano sottoforma di fogli, cuscini, panni, polveri, granuli ideali per la pulizia di fuoriuscite di materiale chimico o pericoloso, intervenendo tempestivamente ed evitando così il rischio di incidenti per il personale e garantendo la salvaguardia ambientale, una priorità ecologica alla quale ogni azienda deve mirare.

Gli assorbenti per le industrie sono ideali sia per ambienti esterni che interni e possono essere adoperati in tutti i luoghi dove vengono trattati liquidi pericolosi per l'uomo e per l'ambiente, ma anche in settori specifici come quello automobilistico, aeronautico, farmaceutico, chimico e petrolifero. Ma anche in officine, autorimesse, stazioni di servizio, aree di transito, su strade ed autostrade e molto altro.

QUALI SONO LE TIPOLOGIE DI ASSORBENTI INDUSTRIALI DISPONIBILI?

Pack Services Srl offre una vasta gamma di assorbenti industriali caratterizzati da un’ampia scelta di formati e tipologie che permette di soddisfare le richieste della clientela più esigente. Assorbitori industriali innovativi rispondenti alle sempre più restrittive normative europee in materia di sicurezza. Sono disponibili a catalogo diverse tipologie di assorbenti per liquidi che si differenziano per liquido da assorbire e per formato:

COME SCEGLIERE IL GIUSTO ASSORBENTE INDUSTRIALE?

Per essere realmente performante in azienda, bisogna scegliere il giusto assorbente industriale e a seconda dei materiali trattati bisogna prestare attenzione alla tipologia assorbente che si intende acquistare:

  • Gli assorbitori sotto forma di polveri o granuli sono indicati per assorbire rapidamente le perdite o lo sversamento accidentale senza controindicazioni. Bisogna però raccogliere tutta la polverina alla fine del processo di assorbimento.
  • Cuscini, panni, rotoli e fogli sono una valida alternativa alla polvere e ai granuli. Offrono gli stessi benefici e permettono di accelerare le operazioni di pulizia, non dovendo raccogliere poi i granelli sulla superficie.
  • Barriere, salsicciotti o cilindri sono invece in grado di arginare grandi versamenti accidentali di liquami in modo da evitare che i liquidi entrino nei tombini o vadano a contatto con il terreno, causando danni ambientali.

Sconsigliamo vivamente l'utilizzo di segatura poichè la capacità assorbente è minima, e inoltre, la legge ne vieta l'utilizzo poichè arreca gravi danni alla salute causando la silicosi, una malattia dell'apparato respiratorio. La segatura infine, è un prodotto potenzialmente infiammabile essendo un residuo del legno lavorato nelle falegnamerie, aumentando così i rischi collegati ad incendi all'interno dell'azienda.

PERCHE' E' FONDAMENTALE DISPORRE DI PRODOTTI ASSORBENTI?

Secondo i dati elaborati dall'INAIL, le principali cause di infortunio sul lavoro (circa il 40%) sono dovute a causa della caduta accidentale e scivolamenti su perdite di oli, liquami e altre sostanze. Nel 2017 l'INAIL ha infatti pagato circa 90 milioni di euro per rimborsi dovuti ad inciampamenti e scivolamenti: un danno e una grave perdita di produttività per l’azienda. E' pertanto necessario dotarsi di assorbenti industriali per prevenire la fuoriuscita di liquidi, evitando anche altre tipologie di infortuni del personale come ustioni o inalazioni di sostanze chimiche che potrebbero arrecare all'operatore asma e altri problemi alle vie respiratorie. Oltre a questo aspetto non c'è da sottovalutare anche l'inquinamento ambientale che potrebbe causarsi in caso di contatto delle sostanze con il terreno o con falde acquifere. Gli assorbenti industriali permettono di controllare eventuali perdite e permettono ai dipendenti di lavorare in tutta sicurezza, limitando il rischio di incidenti, scivolamenti e inciampamenti.

QUAL'E' IL QUANTITATIVO NECESSARIO DI POLVERE ASSORBENTE PER ACIDO SOLFORICO BATTERIE?

Chi possiede batterie a trazione:

Secondo il D.M. 20 in tutte le aree destinate alla ricarica delle batterie ovvero dove sono dislocati gli apparecchi deputati ad espletare la funzione di ricarica ( Raddrizzatori) il Neupas 500 deve essere disponibile nei seguenti quantitativi:

  • PICCOLI IMPIANTI (fino a 5 batterie) - Del 50% dell'elettrolito presente nella batteria di maggiore contenuto acido
  • IMPIANTI MEDI (fino a 20 batterie) - Del 100% dell'elettrolito presente nella batteria di maggiore contenuto acido
  • GRANDI IMPIANTI (oltre 20 batterie) - Del 200% dell'elettrolito presente nella batteria di maggiore contenuto acido

Contenuto elettrolito in litri / Kg. di Neupas 500 necessari

D.M.20

Chi possiede batterie di avviamento:

  • Depositi per la vendita all'ingrosso (Agenzie di rappresentanza in genere): 200 Lt - 108 Kg di polvere
  • Depositi per la vendita al dettaglio (Ricambisti, concessionarie auto e moto): 100 Lt - 54 Kg di polvere
  • Esercizi per la ricarica e la sostituzione: 25 Lt - 13,5 Kg di polvere

ASSORBENTI INDUSTRIALI: D.M. N° 20, COSA STABILISCE?

Le recenti problematiche riguardanti l’inquinamento causato dalla dispersione nell’ambiente dell’acido solforico contenuto nelle batterie al piombo, hanno generato e concentrato una particolare attenzione da parte del legislatore su questi temi, in chiave di prevenzione e sicurezza. L’aumento esponenziale dell’utilizzo di gruppi di continuità ed il massiccio impiego della propulsione elettrica in alternativa ai motori termici, incrementa continuamente la presenza sul territorio di accumulatori al piombo. Questi contengono acido solforico estremamente pericoloso ed inquinante per l’ambiente, sia per l’inquinamento delle falde acquifere e sia per la potenziale fonte di pericolo per chiunque ne fosse venuto inavvertitamente in contatto. In questo senso il Decreto attuativo (D.M. n.20 del 24 gennaio 2011) precisa in dettaglio la quantità di sostanze assorbenti e neutralizzanti da tenere obbligatoriamente a disposizione, tenuto conto della dimensione degli impianti, del numero degli accumulatori e dal rischio di sversamento connesso alla tipologia dell’attività esercitata. Si rende quindi necessario abbandonare i vecchi sistemi di smaltimento di questo acido particolarmente aggressivo. In passato e purtroppo ancora in alcuni ambienti, la fuoriuscita di acido veniva eliminata attraverso sistemi inadeguati e poco idonei quali ad esempio l'utilizzo di segatura, sabbia, carta assorbente, etc., con il risultato di lasciare sostanzialmente inalterata la pericolosità di tale sostanza. Le sostanze assorbenti e neutralizzanti forniscono la soluzione definitiva a questo problema poiché consentono di eliminare in brevissimo tempo l’azione corrosiva e tossica dell’acido solforico direttamente nel luogo dello sversamento. Queste sostanze si presentano sotto forma di polveri assorbenti di natura fortemente basica che attraverso una reazione esotermica, generata dal contatto con l’acido solforico, danno luogo in pochi minuti ad un prodotto di reazione neutro con pH prossimo al valore 7. Il residuato ottenuto viene quindi facilmente raccolto e smaltito come rifiuto speciale non tossico. I vantaggi conseguenti sono evidenti ma la scelta del prodotto neutralizzante di cui dotarsi deve essere effettuata con cura ed estrema attenzione: l’importanza della qualità dei test di laboratorio e delle certificazioni effettuate da Università o da altri Istituti specializzati sulle sostanze neutralizzanti non deve essere sottovalutata ed appare necessaria non solo ai fini del rispetto del D.L. n.152/2006, ma anche essenziale ai fini della sicurezza dell’operatore e del rispetto dell’ambiente. Avere a disposizione queste sostanze nei luoghi a rischio di fuoriuscite accidentali significa disporre di un vero e proprio “estintore” dell’acido solforico.

Gli assorbenti industriali sono la soluzione professionale e a norma nel campo dell’industria chimica (o meccanica). Gli assorbenti industriali sono prodotti impiegati per assorbire sversamenti o perdite accidentali di liquidi pericolosi che sono un vero e proprio rischio per l’ambiente e la sicurezza dei lavoratori. Disponibili diverse tipologie a catalogo come polvere assorbente per acido solforico batterie, assorbenti industriali in granuli e in polvere, assorbitori per oli ed idrocarburi, per prodotti chimici o universali, tappeti e copritombini e kit assorbenti.

Nel pieno rispetto dell’ambiente e garantendo la massima sicurezza agli operatori, consentiamo di disporre di un ambiente di lavoro sempre pulito e sicuro o di ripristinare le condizioni di sicurezza, sia su superfici stradali sia in ambienti industriali. Gli assorbenti industriali sono indispensabili per la bonifica degli ambienti di lavoro in seguito a fuoriuscite di olio, gasolio e prodotti chimici, permettono di riportare qualsiasi superficie in condizioni di sicurezza. Soluzioni all’avanguardia per l’assorbimento e il contenimento di liquidi inquinanti come olii, grassi, idrocarburi e prodotti chimici in genere, anche con kit di pronto intervento per prevenire e fronteggiare ogni emergenza.

Scopri i prezzi le offerte e la scheda tecnica dei nostri Assorbenti Industriali.

Materiale per l'Imballaggio

spedizioni
SPEDIZIONI RAPIDE
Consegne In Tutta Italia
spedizioni
SERVIZIO CLIENTI
Dalle 9:00 Alle 13:00
02/87241000
spedizioni
PRODOTTI CERTIFICATI
Garantiti, di qualità e a norma di legge
spedizioni
PAGAMENTI SICURI
PayPal, Carte di credito, Bonifico, Contrassegno
pagamento
Point
Ready Pro ecommerce
^